Luglio 31

0 comments

Enel X: La Piattaforma per l’Acquisto dei Crediti Bonus Edilizi in Attesa di Attivazione entro il 2023


La piattaforma di Enel X per l’acquisto dei crediti derivanti dai bonus edilizi è un progetto gestito seguendo logiche commerciali specifiche della Società, in linea con gli impegni presi nel mercato che Enel X continua a mantenere.

La Sottosegretaria all’Economia e Finanze, Lucia Albano, ha fornito questa risposta durante il question time in Commissione Finanze della Camera, in merito agli aggiornamenti richiesti dal deputato Mauro Del Barba (A-IV-RE) riguardo ai tempi e ai modi di attivazione della piattaforma Enel X, nonché alla quantificazione del volume presunto degli acquisti dei crediti, alla tempistica e ai soggetti coinvolti nella piattaforma.

Il Governo aveva presentato la piattaforma Enel X a marzo come il veicolo finanziario incaricato di acquistare i crediti fiscali certificati, svolgendo un duplice ruolo come cessionario con contatto diretto con le imprese titolari dei crediti, e come cedente dei crediti veicolati dal settore finanziario. Enel X, in collaborazione con altre partecipate e banche, sarebbe stata la protagonista di questo progetto.

Il Ceo di Enel X, Francesco Venturini, aveva spiegato il funzionamento del sistema, indicando che la soluzione per i crediti incagliati sarebbe stata un veicolo finanziario che acquistava i crediti fiscali certificati, liquidi ed esigibili, da un primo cessionario e li cedeva nuovamente a terzi secondo il loro calendario di scadenze fiscali, per fornire un vantaggio diretto ed immediato.

In precedenza, la Sottosegretaria per l’Economia e le Finanze (MEF), Sandra Savino, aveva assicurato che la piattaforma per l’acquisto dei crediti superbonus incagliati gestita da Enel X sarebbe stata operativa entro settembre 2023.

Tuttavia, la Sottosegretaria Albano ha smentito tale tempistica e ha spiegato che, in conformità con la normativa vigente e le regole di contabilità dello Stato, l’amministrazione pubblica non aveva intrapreso alcuna iniziativa in questo senso. Nonostante ciò, il Governo aveva collaborato con vari attori coinvolti nel sistema della cessione dei crediti per individuare soluzioni e facilitare la circolazione dei crediti di imposta.

Riguardo all’argomento Enel X, Albano ha confermato che la Società continuava ad adempiere agli impegni presi con il mercato e che la piattaforma rappresentava uno strumento gestionale il cui funzionamento rientrava nelle prerogative della Società per le attività sottoposte all’autonomia privata del soggetto attuatore, e secondo le valutazioni, sia commerciali che non, della stessa Società.

Il deputato Del Barba ha replicato sottolineando che durante l’esame parlamentare del DL 11/2023, diversi esponenti del Governo avevano annunciato che il problema dei crediti incagliati sarebbe stato risolto attraverso un veicolo privato, ma ora sembravano prendere le distanze da questa soluzione, nonostante si fossero assunti la responsabilità politica del progetto in passato.

Infine, Albano ha ricordato le altre disposizioni introdotte dal Governo Meloni per agevolare la circolazione dei crediti derivanti dai bonus edilizi, come la possibilità data a banche, intermediari finanziari e imprese di assicurazione cessionarie di crediti di imposta superbonus (relativi a interventi effettuati sino al 2022) di utilizzare tali crediti per sottoscrivere emissioni di BTP con scadenza minima di 10 anni.

Albano ha evidenziato che, grazie a queste nuove norme, alcune istituzioni bancarie avevano deciso di riavviare le piattaforme per la cessione dei crediti dei bonus edilizi. Ad esempio, Intesa Sanpaolo, UniCredit e Sparkasse erano già in procinto di riacquistare tali crediti, mentre Poste Italiane stava concludendo le procedure. Inoltre, altre banche, tra cui Banco BPM, avevano manifestato la disponibilità a riattivare la cessione dei crediti. Oltre a ciò, alcuni operatori privati avevano predisposto piattaforme di intermediazione come Finanza.Tech, SiBonus, Giroconto, Innova Credit e FederBonus, che consentivano di valutare offerte di acquisto di bonus edilizi.