Luglio 8

0 comments

Guida alle Finiture per il Sistema a Cappotto: Come Scegliere le Opzioni Ideali


Cortexa: Caratteristiche Funzionali ed Estetiche delle Pitture e Rivestimenti per Facciata Spiegate in Dettaglio

Sistema a Cappotto: Scelta delle Finiture per Protezione ed Estetica secondo Cortexa

Nella fase finale del Sistema a Cappotto, è fondamentale selezionare le giuste finiture per pitture e rivestimenti per la facciata, ma non tutte le opzioni sono adatte. Le finiture specifiche per il Sistema a Cappotto devono garantire prestazioni specifiche e devono essere incluse nel kit del Sistema fornito da un unico produttore certificato con ETA (Valutazione Tecnica Europea) e marcatura CE.

Oltre al ruolo estetico, queste finiture svolgono una funzione di protezione del Sistema da agenti atmosferici e sollecitazioni termo-igrometriche, come il processo di gelo-disgelo.

Cortexa, l’associazione di aziende italiane specializzate nell’Isolamento a Cappotto, spiega le caratteristiche ottimali delle finiture per i Sistemi a Cappotto. In passato, molti progetti di isolamento a cappotto sono stati realizzati senza seguire le specifiche dei veri Sistemi a Cappotto, con materiali e installazioni non a regola d’arte. Questo può causare problemi estetici e funzionali nel tempo.

Le finiture per i Sistemi a Cappotto, secondo le specifiche tecniche UNI/TR 11715, sono rivestimenti a spessore con marcatura CE secondo la UNI EN 15824. Devono possedere una dichiarazione di prestazione (DoP) e avere un granello guida di almeno 1,5 mm (per spessori di granello inferiori, è necessario fare riferimento ai kit ETA dei produttori di Sistemi a Cappotto). Le principali tipologie di finiture utilizzate includono quelle acriliche, acrilsilossaniche, silossaniche e a base di silicati.

Le finiture devono possedere diverse caratteristiche funzionali ed estetiche, tra cui:

Protezione da sollecitazioni termo-igrometriche e agenti esterni

Resistenza alle sollecitazioni senza creare crepe

Bassa assorbenza di acqua

Sufficiente permeabilità al vapore acqueo

Mantenimento del colore nel tempo

Evitare tensioni e sollecitazioni al Sistema

Evitare il surriscaldamento eccessivo

Effettiva resistenza alla formazione di alghe, muffe e funghi

Come sottolinea Cortexa, la finitura è un componente cruciale del Sistema a Cappotto e deve essere inclusa nel kit fornito da un singolo produttore con marcatura CE e certificato ETA. Il rivestimento di finitura influisce sulle prove effettuate nei Sistemi a Cappotto oggetto di Valutazione Tecnica Europea (ETA).

Una delle prove più importanti è il “Rig test” o prova del muro, che misura il comportamento igrotermico del Sistema a Cappotto. Per superare questa prova e ottenere l’ETA, la finitura deve proteggere l’intonaco di base durante tutti gli 85 cicli igrotermici di invecchiamento.

Per aiutare nella scelta delle finiture e fornire informazioni dettagliate sul Sistema a Cappotto, Cortexa ha pubblicato una guida intitolata “Finiture per Sistema a Cappotto”, disponibile per il download dal loro sito.

Elisabetta Pili, membro della Commissione Tecnica di Cortexa e coordinatrice del gruppo di lavoro che ha realizzato la guida, spiega che la guida illustra le numerose possibilità estetiche offerte dal Sistema a Cappotto. Ci sono numerosi colori, texture e materiali disponibili, consentendo anche la riqualificazione corretta delle facciate storiche. Quindi, oltre all’efficacia, il Sistema a Cappotto può anche essere versatile e esteticamente gradevole.