Luglio 8

0 comments

Nuovo Piano Casa: Il Governo si Impegna per le Nuove Iniziative Abitative a Partire dall’Autunno


Deroghe del Nuovo Codice Appalti: Ance mette in Guardia sulla Concorrenza durante l’Assemblea 2023. Ministro Salvini Assicura Garanzie di Concorrenza e Trasparenza

Piano Casa, Rigenerazione Urbana, Codice Appalti, Crediti Superbonus: Temi Caldi all’Assemblea Annuale Ance 2023

L’Associazione Nazionale dei Costruttori Edili (Ance) ha tenuto la sua Assemblea annuale all’Auditorium Parco della Musica di Roma, affrontando una serie di temi cruciali per il settore edile. Tra i partecipanti, rappresentanti istituzionali, stakeholder e imprenditori provenienti da tutta Italia hanno affrontato discussioni riguardanti il futuro del settore.

La Presidente di Ance, Federica Brancaccio, ha evidenziato l’importanza di costruire non solo per costruire, ma anche per restituire bellezza all’ambiente circostante. Ha sottolineato che edifici come scuole, ospedali, ponti, parchi e piazze non devono solo rispondere a criteri funzionali, ma rappresentare anche modelli sostenibili di estetica contemporanea.

Durante l’Assemblea, la Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha sottolineato l’importanza del confronto e della collaborazione per trovare le soluzioni migliori. Ha fatto riferimento al nuovo Codice Appalti, definendolo un testo frutto di un intenso confronto tra il Governo e le categorie coinvolte, che ha introdotto importanti innovazioni per il settore.

Meloni ha inoltre menzionato diverse sfide affrontate per ammodernare l’Italia e renderla più competitiva, tra cui la legge sulla rigenerazione urbana, il nuovo testo unico sull’edilizia e il Piano Casa. Ha sottolineato l’impegno nel risolvere il problema dei crediti incagliati derivati dall’espansione del Superbonus, che ha richiesto correttivi per gestire le risorse in modo efficace.

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Matteo Salvini, ha ribadito l’impegno nel lavorare a un nuovo Testo Unico per l’Edilizia che semplifichi le norme attuali. Ha sottolineato l’importanza di garantire la concorrenza e la trasparenza nel settore degli appalti, evidenziando le scelte politiche fatte per favorire l’infrastrutturale del Paese.

Un altro tema centrale dell’Assemblea è stato il Piano Casa, che la Presidente Brancaccio ha definito come una priorità per l’Italia. Ha evidenziato la necessità di adeguare gli edifici alle nuove esigenze e ha sottolineato la mancanza di politiche abitative moderne e adatte alle diverse categorie di utenti. Il Ministro Salvini ha risposto all’appello, annunciando che il Ministero inizierà a lavorare a un nuovo e ambizioso Piano Casa per l’Italia a partire dall’autunno.

Un altro punto sollevato da Ance riguarda la rigenerazione urbana, che richiede la rimozione di rigidità normative obsolete che impediscono di cambiare la destinazione d’uso di vecchi edifici dismessi. È stata sottolineata l’importanza di considerare la rigenerazione urbana come una questione di interesse pubblico, che richiede una governance dedicata e strumenti normativi e fiscali adeguati.

Sul fronte del Codice Appalti, Ance ha ribadito la necessità di fare di più per garantire la concorrenza nel settore, evidenziando le deroghe concesse alle stazioni appaltanti e le scelte sui settori speciali che mettono a rischio la concorrenza stessa. Il Ministro Salvini ha assicurato che le scelte politiche fatte nel Codice Appalti non compromettono la concorrenza e la trasparenza, e ha sottolineato il rispetto dei principi di rotazione e del principio del km0 per alcuni servizi.

Infine, Ance ha sottolineato l’urgenza di intervenire sui crediti incagliati, che ammontano a circa 30 miliardi di euro. È stata evidenziata la necessità di trovare soluzioni efficaci per evitare che speculatori traggano vantaggio dalla situazione a discapito delle imprese e dei cittadini.

L’Assemblea Annuale Ance 2023 ha offerto una piattaforma di discussione per affrontare le sfide e le opportunità del settore edile in Italia. Gli interventi dei rappresentanti istituzionali e degli esperti del settore hanno evidenziato l’importanza di un’azione concertata per promuovere una politica abitativa moderna, favorire la rigenerazione urbana, garantire la concorrenza e affrontare le problematiche dei crediti incagliati.