Luglio 8

0 comments

Richiesta al Governo: Piano Casa a consumo di suolo zero per una gestione sostenibile del territorio


M5S: Programma nazionale di edilizia residenziale pubblica e superbonus per gli IACP per la rigenerazione urbana

Il Movimento 5 Stelle ha depositato una Mozione alla Camera, presentata in conferenza stampa dai parlamentari Agostino Santillo, Alessandra Maiorino e Gabriella Di Girolamo, in cui avanzano importanti richieste al Governo in materia di politiche abitative. Il disagio abitativo, i costi elevati degli affitti e dei mutui, nonché l’inflazione sono problemi sempre più pressanti per gli italiani, e i parlamentari del M5S si sono impegnati a trovare soluzioni concrete.

La richiesta principale è quella di finanziare e realizzare un programma nazionale pluriennale di edilizia residenziale pubblica, chiamato Piano Casa, che sia a consumo di suolo zero. L’obiettivo è affrontare in modo sistematico e risolutivo l’emergenza abitativa causata dalla carenza di alloggi. È fondamentale che questo programma sia adeguatamente finanziato per garantire il successo delle azioni.

La Mozione del M5S propone inoltre una ricognizione delle risorse stanziate in passato per l’edilizia residenziale pubblica e mai utilizzate, al fine di reimpiegarle per affrontare la situazione di emergenza abitativa. In caso di mancato utilizzo delle risorse, si chiede di prevedere interventi sostitutivi, anche attraverso la nomina di commissari ad acta.

Per una migliore pianificazione dell’offerta abitativa, si richiede anche una complessiva ricognizione del patrimonio edilizio esistente, inclusi gli immobili in stato di degrado e quelli industriali dismessi che possono essere convertiti in edilizia residenziale pubblica. Questo permetterà di ottimizzare l’utilizzo delle risorse disponibili.

La Mozione del M5S impegna il Governo a dare attuazione alle misure previste dalla missione 5 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), con l’obiettivo di coordinare gli investimenti per la rigenerazione urbana e ridurre situazioni di emarginazione e degrado sociale. Inoltre, si chiede di creare spazi e/o servizi culturali e socioassistenziali per migliorare l’inclusione e la qualità della vita dei cittadini destinatari di questi interventi.

Un’altra richiesta riguarda l’introduzione di misure di monitoraggio e sostegno all’utilizzo del Superbonus 110% per gli interventi effettuati dagli Istituti Autonomi Case Popolari (IACP) e enti equivalenti. È importante garantire la continuità dei bonus edilizi e premiare gli interventi che promuovono l’efficientamento energetico dell’edificio, l’utilizzo di materiali riciclati o provenienti da filiere rinnovabili, l’abbattimento delle barriere architettoniche e l’installazione di sistemi di produzione energetica da fonti rinnovabili. La messa in sicurezza sismica degli edifici è un altro aspetto da considerare.

Per avviare queste azioni con regole aggiornate, si chiede di definire una normativa quadro sull’edilizia residenziale pubblica e sociale, che stabilisca i livelli essenziali del servizio abitativo in linea con la normativa europea sul diritto all’abitazione.

Il Movimento 5 Stelle sottolinea anche l’importanza di favorire la costituzione e la diffusione di insediamenti di cohousing, in conformità alle normative e alle best practice presenti in molti Paesi europei. Inoltre, si richiede un’azione decisa per contrastare il declino infrastrutturale e demografico dei piccoli borghi, che sta causando il loro spopolamento.

Il M5S critica l’incapacità del Governo di utilizzare i finanziamenti del PNRR destinati alla rigenerazione urbana, sottolineando che è necessario garantire una qualità dell’abitare elevata. Gli italiani hanno diritto a vivere in case sicure, salubri ed efficienti dal punto di vista energetico. Il M5S chiede inoltre un monitoraggio e un sostegno specifico all’utilizzo del Superbonus per gli interventi degli IACP, al fine di ridurre le disuguaglianze che persistono nel Paese.

La Mozione del M5S si propone di affrontare le sfide abitative attuali e di garantire soluzioni concrete per migliorare la vita dei cittadini italiani.